martedì 18 gennaio 2011

Polpette di quinoa e zucchina

La Quinoa è una pianta originaria del Sud America, appartiene alla stessa famiglia degli spinaci. Viene utilizzata fin dai tempi degli Incas e degli Aztechi.
I semi di Quinoa sono piccoli e schiacciati, contengono circa il 60% di carboidrati e l'11% di proteine di valore biologico piuttosto alto, addirittura paragonabile a quello dei formaggi.
La Quinoa è anche una buona fonte di fosforo, potassio, manganese.
È priva di glutine, quindi può essere assunta dai soggetti celiaci.

I semi di Quinoa sono rivestiti da una sostanza, la saponina, che li protegge dalle aggressioni degli uccelli e degli insetti. Questa sostanza è molto amara e quindi va rimossa prima della cottura, lavando accuratamente i semi prima di cuocerli.
Lasciare a bagno la Quinoa per almeno mezza giornata, avendo cura di cambiare l’acqua almeno un paio di volte.
Tostando i semi di Quinoa per qualche minuto prima di bollirli si incrementa notevolmente il sapore di questo cereale.
Dopo il lavaggio, cuocere in acqua bollente per 20/30 minuti.

Ecco la ricetta delle polpettine di Quinoa e zucchina, la ricetta originale la trovate qui, io vi scrivo la mia variante.

servite con senape o ketchup
 Ingredienti:
100gr di Quinoa
1 uovo
50gr di grana o parmigiano grattugiato
1 zucchina piccola
1 patata lessa (o pan grattato o mollica di pane q.b.)
sale
olio EVO
farina di mais tostata per panatura

Dopo aver lavato la Quinoa, cuocerla in acqua bollente per 20/30 minuti, aggiungete all'acqua un cucchiaio di olio, eviterà ai semi di incollarsi tra loro.

Grattugiare la zucchina con la grattugia a fori larghi, ripassarla in padella con un cucchiaio d'olio e uno spicchio d'aglio.
Aggiungere la zucchina alla Quinoa lessata e condire con olio e sale. 
Aggiungere il formaggio e l'uovo al composto.
Mescolare e aggiungere anche la patata schiacciata (o il pan grattato o la mollica di pane sbriciolata), un po’ alla volta mescolando fino a che l’impasto diventi maneggiabile.
A questo punto formare delle polpettine con le mani, passarle nella farina di mais e disporle su una teglia coperta di carta forno.
Condire con un filo d’olio EVO e infornare a 180° per 15/20 minuti, dipende dalla grandezza, comunque saranno cotte quando assumeranno un colore dorato.
Potete anche girarle a metà cottura per una doratura uniforme.


Buon Appetito!

3 commenti:

  1. Non si può leggere il tuo blog all'ora dei pasti! Che languorino, magari uscissero dal monitor!
    deborah

    RispondiElimina
  2. Debora: se vuoi lunedì mattina, all'asilo, ti porto il cestino con il pranzo ;)

    Natalia: non ci posso credere!!!!!

    RispondiElimina