venerdì 27 marzo 2020

Venerdì del Libro: I leoni di Sicilia


I LEONI DI SICILIA
di Stefania Auci

Primo capitolo della saga che racconta la storia della Famiglia Florio.


La famiglia Florio,  originaria  di Bagnara Calabra, una cittadina affacciata sullo Stretto di Messina  seguito dopo il terribile terremoto che colpì la Calabria nel 1783, emigra in Sicilia, a Palermo.
L’idea di lasciare la terra natia e partire alla volta della Sicilia fu di  che portò con se la moglie Giuseppina, il fratello Ignazio e la piccola Vittoria ,orfana che viveva con loro .
A Palermo, nei primi anni del 1800  in via dei Materassai, I fratelli Paolo e Ignazio Florio aprono una putia un negozio di spezie, prodotti coloniali e chinino, che serviva a curare la malaria.
Il libro narra le vicende che portarono la piccola putia a diventare una delle botteghe piu floride della città.
Quando Paolo muore , il fratello Ignazio prende le redini dell’azienda e si prende cura anche di Giuseppina e  del piccolo Vincenzo, crescendolo come se fosse suo figlio.
A tempo debito Vincenzo verrà mandato in Inghilterra affinché apprenda le nozioni del commercio che serviranno a far crescere ulteriormente la ditta Florio.
Alla morte dello zio, Vincenzo è perfettamente in grado di prendere le redini di casa Florio.

Il libro prometteva bene, la storia dei Florio sembrava essere adatta per una trilogia… ma devo ammettere che sono rimasta delusa .
Ho trovato che i  personaggi sono meri stereotipi, la narrazione viene bruscamente interrotta per cambiare “argomento” e non c’è lo spessore che mi sarei aspettata per raccontare una storia così intensa.
Anche la connotazione storica, pur così importante per le vicende della famiglia Florio, viene ridotta a piccoli riassunti all'inizio dei vari capitoli.
Avevo proposto questo libro al gruppo di lettura che frequento e alcune persone, soprattutto quelle originarie di Palermo o che conoscevano bene la città, hanno apprezzato il libro e hanno detto che sembrava di girare per la città e sentirne i profumi.
QUI potete leggere le prime pagine del libro.



Con questo post partecipo al   Venerdì del Libro di Homemademamma 


mercoledì 25 marzo 2020

Mind Map: Duration Form (terza media)




Questa forma di durata esprime, come il nome indica, un’azione che è cominciata nel passato e perdura nel presente (da tot tempo). Per renderne più agevole la comprensione , ho pensati di fare un parallelo con la lingua italiana.

Partiamo dall'italiano:

Studio inglese da 10 anni
PRESENTE + DA tot TEMPO


Questa frase significa:

  1. che 10 anni fa ho iniziato a studiare
  2. che l’ho fatto per dieci anni
  3. che tuttora lo faccio





In italiano esprimi questi tre punti con il tempo PRESENTE, si usa il presente perché si focalizza l’attenzione sul fatto che tuttora lo faccio.

In inglese esiste un tempo verbale che esprime questi tre punti è il:

I have studied English for 10 years

PRESENT PERFECT + DA tot TEMPO

Per esistere, questa forma di durata deve sempre presentare due pezzi:

PRESENT PERFECT (SIMPLE/CONTINUOUS) + FOR/SINCE

Il Present Perfectsenza “since/for” è il tempo passato , si usa quando si riferisce ad un’azione o situazione che si è conclusa nel passato ma che ha un collegamento con il presente.

I have studied English and now I can read Shakespeare

Ho studiato inglese e ora posso leggere Shakespeare




Per costruire la Duration Form si possono usare due diversi tempi:

  1. Present Perfect Continuous: I have been studing for 3 hours/ since 8 o’clock
  2. Present Perfect Simple : I have lived in Belgium for 19 months/ since August 2018



1

Si usa il Present Perfect Continuous in presenza dei verbi d’azione che accettano la forma progressiva

We have been dancing for two hours = Balliamo da due ore.

It has been raining since yesterday  = Piove da ieri



Si usa il Present Perfect Simple:
  • in presenza dei verbi che non accettano la forma progressiva

- stato (be);
- sentimento (like, love, hate, notice);
- attività mentale (know, understand);
- volontà (want);
- possesso (have got).

He has had that phone since his 10th birthday = Ha quel telefono dal suo decimo compleanno.

I’ve known Sara for a long time = La conosco da molto tempo.

  • Preferibilmente nelle frasi negative

He hasn't played tennis since he was twelve = Non gioca a tennis da quando aveva 12 anni.


SINCE  o  FOR ?

FOR:  indica la durata di un’azione (per quanto tempo?)

SINCE: indica l’ inizio di un’azione (da quando?)



HOW LONG?

La Duration Form serve per formulare le domante fatte con HOW LONG?

How long have you been in Belgium? Da quanto tempo sei in Belgio?

How long have you been studying French? Da quanto tempo studi francese?

mercoledì 18 marzo 2020

Plumcake morbido con o.e. di limone


Ingredienti:

200gr di farina 
170gr di zucchero
1 bustina di zucchero vanigliato
2 uova
80ml di olio di girasole
150gr di yogurt
1bustina di lievito

Aggiungete l'olio essenziale all'olio di girasole che ne farà da vettore.
Mescolare le uova con lo zucchero, lo yogurt e poi l'olio, alla fine aggiungere la farina setacciata con il lievito.
Rivestire uno stampo da plumcake di carta da forno e versarvi l'impasto.
Cuocere in forno statico a 175/180C per 35/40 minuti circa ... fare la prova con lo stecchino.


L'olio essenziale di Limone, oltre ad esser ottimo in cucina, secondo l'aromaterapia ha le seguenti proprietà:

  • "pulisce" il fegato e aiuta a purificare l'apparato digerente
  • antisettico, soprattutto se inalato
  • disinfettante per i locali
  • rinforza i vasi sanguigni ed è utile contro la ritenzione idrica e la cellulite
  • aiuta lo smaltimento dei grassi
  • è diuretico
  • calma le nausee gravidiche 
  • è un buon regolatore nervoso ed è un alleato contro la fame nervosa (una goccia su una compressa neutra e lasciar sciogliere in bocca 3-6 volte al giorno)

giovedì 29 agosto 2019

Mind Map: la percentuale (quinta elementare)


In quinta elementare si impara a calcolare la percentuale, per poi svolgere problemi con lo sconto e l'aumento. Ho pensato ad una semplice tabella riassuntiva per ricordarsi il procedimento per trovare il valore della percentuale se si conosce l'intero e anche viceversa.




giovedì 21 marzo 2019

Mind Map: la punteggiatura (prima media)

la punteggiatura è l'insieme di segni convenzionali che servono a regolare o a scandire il flusso delle parole nella pagina scritta. la punteggiatura permette di riprodurre, il più fedelmente possibile, le intonazioni espressive del parlato.



domenica 13 gennaio 2019

Mind Map: COD e COI Francese (terza media/ A2)




































Altre Mind Maps che ti potrebbero interessare:

INGLESE:


giovedì 10 gennaio 2019

Mind Map: passé composé ( Francese 3a media/ A2 )






























Il Passé Composé si forma con il presente dei verbi ausiliari être (essere) e avoir (avere) al presente indicativo, seguito dal participio passato del verbo da coniugare. 




Altre Mind Maps che ti potrebbero interessare:

INGLESE:










domenica 9 dicembre 2018

Tomatensoep



L'inverno è per me stagione di zuppe, ne ho sempre fatte molte sia miste che con un solo tipo di verdura. Andando a fare la spesa al supermercato, qui in Belgio, avevo trovato un'unica difficoltà: essendoci raramente verdure sfuse (almeno nei super vicino casa), per fare una zuppa ci si ritrova a dover comperare certe verdure in grande quantità: sedano, cipolle, aglio ...

Il supermercato Lidl ha lanciato queste belle confezioni, nel banco ortofrutta, quindi prodotti freschi, che contengono il mix di ortaggi necessari per cucinare una determinata zuppa. Rendendo così agevole la preparazione di una zuppa senza ritrovarsi con un surplus di verdure indesiderate.

La confezione in questione, per fare un'ottima zuppa di pomodori, contiene: 1 cipolla, dei pomodori, 2 carote, 3 spicchi d'aglio (io ne ho usati solo due), alcuni rametti di timo, una lattina di condensato di pomodoro e 2 dadi vegetali (che io però non ho usato).

Sul retro ci sono anche le istruzioni e in mezz'oretta avrete una vellutata di pomodoro profumata, sufficiente per 4 persone.







giovedì 15 novembre 2018

Zentangle , nuova passione!

Lo Zentangle è il passo successivo del colorare i Mandala perchè, in questo caso, siamo noi stessi a creare i disegni che poi possono essere colorati o lasciati in bianco e nero.
Si tratta di una tecnica rilassante che permette di crear qualcosa di bello partendo dallo "scarabocchio". oltre al mero gesto "artistico", con questa tecnica si sviluppa la motricità fine (quindi è ottima per i bambini), si aumenta la concentrazione e ci si rilassa.



Lo Zentangle può essere, di fatto, praticato su qualsiasi pezzo di carta e con qualsiasi penna, se però si vuole ottenere un risultato estetico allora è consigliabile usare della buona carta e delle penne adeguate con punte di diverse dimensioni a seconda che si debba ottenere un tratto più o meno sottile o che si debbano usare per riempimento di alcune parti.



I benefici di questa pratica sono molteplici:

  • è rilassante, concentrandoci su ciò che stiamo producendo in quel momento, allontaniamo i pensieri e lo stress della vita quotidiana per qualche momento. Favorisce la calma, se praticato alla sera, induce la tranquillità necessaria per combattere i disturbi del sonno o la difficoltà ad addormentarsi. Può essere una buna pratica serale, anche per bambini nervosi che hanno difficoltà al momento di andare a letto.
  • poiché non è impossibile realizzare dei disegni graziosi, anche per chi non si sente un artista, questa pratica è gratificante e ci fa apprezzare le nostre capacità più nascoste.
  •  tiene in allenamento la nostra mente, più avanziamo in questa pratica e più le sfide per riproporre i pattern ci appassioneranno. 

You Tube e la rete sono zeppi di informazioni e di tutorial per realizzare i vari disegni, sul sito degli "inventori" di tale tecnica Maria Thomas e Rick Roberts  potrete trovare informazioni riguardo alle tecniche e al materiale.

Personalmente io ho iniziato guardando i disegni di un'amica e ho usato carta per fotocopie, TrattoPen e pennarelli per i primi disegni che ho fatto per Halloween... poi con calma ho trovato le penne e ho imparato qualche pattern di base.


 


Inizialmente mi sono esercitata anche su un blocco di fogli a quadretti, tanto per prendere sicurezza nel tratto, che poi è la cosa fondamentale: un tratto continuo senza sbavature. Se è da molto che non disegnate, meglio allenare un po' la mano su fogli di poco conto, senza sprecare il cartoncino.







Si possono realizzare disegni in bianco e nero o anche colorati, dipende tutto dalla vostra fantasia e dalla vostra attitudine e anche dalla futura ubicazione dei vostri disegni.

Una volta presa la mano, i disegni possono essere arricchiti di "spessore" dando loro un profondità utilizzando una matita morbida e uno sfumino... a vote questo tocco fa davvero la differenza!

I disegni possono essere realizzati anche per creare biglietti augurali homemade.












venerdì 2 novembre 2018

Corso di panificazione : Ambrogini , panini al latte.


Qui alla base hanno organizzato un corso di panificazione e quando posso,  vado volentieri alle lezioni.
Dopo la pizza in teglia di Bonci, la scorsa settimana abbiamo imparato a fare questi deliziosi panini al latte che ricordano gli  #Ambrogini che si trovano nei panifici veneziani.

La ricetta originale prevede il lievito di birra secco o fresco... ma io ho voluto sperimentare con la mia pasta madre, inoltre ho voluto ridurre le dosi della pezzatura dei panini, da 70gr  a 40gr.
ho anche agginto delle gocce di cioccolato nella lunetta e durante la fase di "arrotolamento" dei panini.

Ingredienti:

500gr farina
200ml latte o acqua
1 uovo
150gr di PM rinfrescata
50gr zucchero
10gr sale
70gr burro

Impastare tutto tranne il sale, aggiungere il sale quando l'impasto inizia a prendere corpo.
Lasciare lievitare l'impasto per circa 1 ora a campana.

Pezzare e pirlare panini da 40gr

Lasciar lievitare 1 ora coperti con della pellicola spessa (io li ho messi in una di quelle scatole di plastica nelle quali vendono i dolci freschi al super).

Formare i panini:

  • Prendere le palline, capovolgerle e allargarle con le dita in modo da sgonfiare l'impasto formando un disco piatto.
  • Ripiegare 1/3 del disco su se stesso e sigillarlo, partendo da li arrotolare gentilmente l'intero disco e  formare così i panini.
  • Ho aggiunto delle gocce di cioccolato nella lunetta e poi anche sul bordo della stessa in modo che arrotolando la pasta, il cioccolato non esca.





Mettere i panini così formati a lievitare direttamente sulla teglia foderata di carta da forno per 8 ore circa (dipende dalla temperatura) dentro al forno ... fino ad ora la notte aveva prodotto una buona lievitazione, ma col freddo di questi giorni, la mattina successiva ho trovato i panini per nulla lievitati... quindi ho dovuto accendere la luce del forno!

Spennellare la superficie dei panini con latte.
Cuocere a 250 gradi , forno statico, per 9 minuti.



mercoledì 3 ottobre 2018

Torta di mele profumata all'arancia







Ingredienti per una teglia 31x23cm (oppure ø26cm) foderata con carta forno.

450 gr farina
280 Gr zucchero
150 ml olio di semi di girasole
1/2 bicchiere di latte
4 uova
1 bustina di lievito per dolci
1 buccia d'arancia grattugiata
4/5 mele tagliate a cubetti da mescolate all'impasto. Tenere da parte qualche getta di mela per decorare la superficie.

Cuocere in forno preriscaldato a 180gradi per 40/45 minuti

giovedì 27 settembre 2018

Torta all'acqua ... no all'arancia!

La torta all'acqua sta spopolando sul web oramai credo da due anni, io l'ho usata anche lo scorso anno per la Torta a Scacchi in occasione del compleanno di Anna.
Domenica mattina ho deciso di modificarla, facendone una versione più invernale: complice il meteo (è piovuto a dirotto tutto il fine settimana) e una favolosa cioccolata fondente con mandorle e arancia.






Ingredienti:

250 gr di farina
200 gr di zucchero
100 ml di olio evo
130 ml di spremuta d'arancia bionda
3 uova
1 bustina di lievito

Cuocere a 180C per 40 minuti circa.

martedì 25 settembre 2018

Muffin Super Soffici alla vaniglia



Questi muffin alla vaniglia sono Super Soffici e Super Veloci da fare.

Ingredienti per 6 muffin:

125 Gr farina
125 Gr yogurt bianco intero (o alla vaniglia)
75 Gr zucchero
50 ml olio di girasole
1 uovo
1/2 bustina di lievito per dolci
Vaniglia a piacere

Mescolate con una frusta li zucchero e l'uovo, aggiungere lo yogurt e continuate a mescolare.  Aggiungere la farina setacciata con il lievito e per ultimo l'olio.

Versare il composto negli stampi e cuocete in forno preriscaldato a 180C per 15 minuti.

Attendere che i muffin si raffreddori prima di sfornati,  sono molto soffici e delicati.


domenica 23 settembre 2018

Verdure nel cesto ... volendo da asporto!

Questa non è un'idea mia  (e quando mai!), è l'interpretazione personale (come sempre) di una cosa vista in tv. La ricetta originale presentava un cibo da asporto con il contenitore commestibile ... io 'ho servita a tavola!

Due versioni: una con il contenitore piadina e l'altra con il contenitore fatto di pasta della pizza.
Considerazioni: la piadina sfogliata è ottima, ma troppo grande, bisognerebbe trovare delle piadine più piccole o provare a farle.

Ho cotto della verdura a vapore, l'ho servita nei contenitori e poi ho "condito" il tutto con un uovo all'occhio, morbido che dia un gusto più deciso alle verdure.


Broccoli cotti al vapore e patate bollite con acqua e curcuma, prendono un colore piacevole e un profumo invitante
Servite in un cestino fatto con la pasta della pizza adagiata su delle ciotole rovesciate in modo che prendesse la forma giusta durante la cottura.






Possiamo servire il cesto guarnito con un uovo all'occhio per aggiungere sapore,
soprattutto per i bambini che magari non
mangiano volentieri le verdure.
Per rendere più appetitose le verdure si possono servire con delle salse fatte in casa come il ketchup di Natalia, della maionese vegan fatta con il latte di soia oppure della gustosa senape.



Cesto fatto con la piadina:
funghi, spinaci, peperoni e patate.
Piadina precotta, finita di cuocere in forno alla quale ho dato la forma grazie alla carta stagnola.

Qui in Belgio ho trovato le Tortillas che possono tranquillamente sostituire le piadine inoltre ce ne sono di varie misure... provvederò a ripetere l'esperimento anche qui.