martedì 27 settembre 2011

Casa della Barbie: work in progress!

Il progetto più ingombrate di questo mese,  per l'iniziativa di Appuntamenti CreAttivi, è costituito dalla costruzione della casa per la Barbie...
Per iniziare ho solo impostato il progetto, un appartamentino a due piani!



L'idea della scala è stata di Ch. inizialmente avevamo pensato ad un'ascensore da fare con il cartone del latte o una bottiglia di plastica... ma poi ieri con due colpi di graffettatrice e un progetto abbozzato a matita, Ch. ha pensato di realizzare questa scala a pioli, come quella che c'è nel negozio del nonno.
Naturalmente il taglierino l'ho usato io, ma seguendo le sue direttive!

Ecco come si presenta la casa quando è chiusa... ci stiamo ancora lavorando, quindi mancano le decorazioni estene. Però se avete uno scatolone e non sapete che farci, potete prendere spunto da noi e realizzare una casetta per le vostre bamboline e magari farci sapere come vi è venuta.



Se ci manderete le vostre segnalazioni, aggiungerò i link a questo post  anche al riassunto settimanale di Appuntamenti CreAttivi,


Con questo lavoretto vorrei parlarvi anche dell'associazione La Ronda della Carità di Verona che si occupa dei senza tetto.


"L'emarginazione ed il disagio sono sempre più ricorrenti, cosa fare per cercare di aiutare coloro che quotidianamente vivono questa realta?" Questa è la domanda che si posero alcuni volontari della Ronda della Carità di Verona nel 1995 e da allora ne sono cambiate di cose:
una sede stabile
3 furgoni, 2 in servizio tutte le sere
200 volontari iscritti impiegati nelle più svariate attività di aiuto
numerose persone uscite dall'ombra e accompagnate in un percorso di reintegrazione sociale
Dal 1995 la Ronda della Carità di Verona promuove e partecipa a progetti specifici rivolti a persone senza fissa dimora che versano in stato di estrema povertà o in situazioni di grave difficoltà e, in collaborazione con altre associazioni e con le istituzioni pubbliche, a progetti specifici volti a soddisfare precise aree di bisogno ed emarginazione. 



9 commenti:

  1. Lavora davvero bene l'impresa costruttrice scelta da Barbie per la sua nuova casa. Ma accidenti come è sciantosa con quella tutina bluette tutta sbarluccichina!

    RispondiElimina
  2. bella bella davvero, e sciccosissima la tutina blu

    RispondiElimina
  3. Bravissimi! Voi avete realizzato un sacco di cose... Io e Topastro siamo pigri. Ho una casetta simile, con ascensore, da finire. Ma non riesco a trovare l'ispirazione!!

    RispondiElimina
  4. sto cercando disperatamente il modo di mettermi tra i tuoi follower (così dopo ti piazzi tra i miei vero...:)..) ma non ci riesco....

    RispondiElimina
  5. Bravissima! L'idea della scaletta (ma anche di tutta la casa) è davvero bella.

    RispondiElimina
  6. forse ce l'ho fatta...grazie di essere passata da me!

    RispondiElimina
  7. @mammozza: si tratta della Barbie di Toy Story, come ho scoperto quando mia figlia l'ha ricevuta in regalo per il suo compeanno. La domanda è: ma se non avete MAI visto il film, come fate a riconoscere la Barbie???
    Mah, misteri del mondo bambino.

    @newmoon35: sciccosa e in forma smagliante! Sembra Sidney Rome o Jane Fonda ai tempi dell'aerobica.
    (cielo come sono vecchia!!!!)

    @cartacanta: grazie ^__^ ci giocano tantissimo.

    RispondiElimina
  8. Sono meravigliose queste idee :)

    RispondiElimina
  9. @Lory: qualcuna viene a me ed altre alle bambine. Se si insegna loro fin da piccoli ad usare l'immaginazione ed il cervello, credo che saranno degli adulti più consapevoli e più felici.

    RispondiElimina