sabato 19 novembre 2011

Homeschooling: let me introduce Mr. Tube

Hello, my name is Mr. Tube.
What's your name?
Nice to meet you!


Questo è il mio amico Mr.Tube che mi è servito per la lezione d'inglese di ieri pomeriggio.
Mr.Tube si è presentato ai bambini ed ha chiesto i loro nomi e così abbiamo ripassato frasi che già sapevamo come "My name is".

Inoltre, come potete notare, Mr.Tube ha: 
HEAD, EYES, NOSE, MOUTH, HAIR, ARMS, HANDS, LEGS, FEET...
Quindi ci è servito per ripetere le parti del corpo che già conoscevamo.

















Nello specifico lui ha: 
GREEN FEET,  RED HANDS, BROWN EYES,  PURPLE NOSE, RED MOUTH...
Con questa semplice descrizione di Mr:Tube, i bambini imparano a mettere prima l'aggettivo del sostantivo, una regola di grammatica assimilata velocemente e senza troppi sforzi!
Avevo notato che, bambini più grandi (3 o 4 elementare) avevano imparato a scuola enormi liste di vocaboli, ma che non erano in grado di associarle nel modo corretto.

Per esempio, se voi chiedete ad un bambino di 9 anni, che conosca i colori e le forme geometriche, di tradurre in inglese UN TRIANGOLO BLU, quasi sicuramente dirà A TRIANGLE BLU e non A BLUE TRIANGLE...  e perchè dovrebbe, se nessuno gli ha spiegato che la costruzione delle frasi, nelle altre lingue non è come in italiano?

Ovviamente io non mi perdo a spiegare la grammatica ai miei piccoli studenti del PlayGroup, mi limito ad applicarla!

Quindi, dopo aver accuratamente descritto il mio Mr.Tube, ho chiesto loro di creane uno personalizzato e poi di descrivermelo.
Ecco qui i Mr.Tube pronti per essere decorati.


Per il mio avevo utilizzato delle perle per mani e piedi ed avevo forato il rotolo per far passare lo spago per braccia e gambe. Con quelli dei bambini mi sono semplificata il lavoro utilizzando la cucitrice.
Per mani e piedi ho usato i rimasugli di spugna colorata che avevo utilizzato per le Lettere Tattili.





6 commenti:

  1. Mr. Tube è importante! Ho notato che comunicando con un personaggio i bambini parlono volentieri e imparano più veloce.

    RispondiElimina
  2. Bell'esercizio e riflessioni interessanti. Io credo che se ancora affibbiano liste di nome e aggettivi da mandare a memoria nessun bimbo imparerà mai la lingua, che è viva e va quindi parlata! Brava Monica:) i bimbi del vs. play group sono fortunati. Anche eSSe ne frequenta uno da 2 anni e sono molto contenta...

    RispondiElimina
  3. Ma che carini! Davvero un bel modo per imparare l'inglese. Quasi quasi provo anche con Topastro. Lui non frequenta play group o scuole di inglese, solo giochi al pc in inglese.

    RispondiElimina
  4. Ciao a tutte.
    Sì lavorare con i personaggi aiuta i bambini a parlare di più, da principio ridono ma quando uno inizia a rispondere al personaggio poi fanno tutti a gara per parlargli.

    Questo non è il primo personaggio che ho utilizzato, ci sono anche Spider col quale abbiamo imparato la canzoncina, Mr. & Mrs. Shapes lui con una vociona da baritono e lei con una vocina stridula e con le eyelashes molto più lunghe di quelle del marito, Mr. Sad & Mr. Happy
    uno con la voce lamentosa e l'altro con la risata facile... TUTTO rigorosamente costruito con materiali di recupero :)

    Con Mr. Tube abbiamo scoperto che si può ballare "the snowman song", una canzoncina del cd scolastico di Chiara che serve a far muovere le varie parti del corpo... e pensare che ho sentito dei genitori commentare "mi sa che con quell'insegnate (quella di scuola) imparano solo canzonette"... intanto i nostri bimbi hanno imparato a salutare, a riconoscere alcune condizioni meteo (ho sentito una bimba dire "Today is cloudy, is cloudy molto!"), cantando a squarciagola sanno molte parti del corpo umano...
    Ora basta sennò divento polemica ;()

    RispondiElimina
  5. bravissima! Questa idea te la rubo! :-)

    RispondiElimina
  6. @supermamma: grazie di avermi linkata nel tuo post sul sito dell'inglese precoce, sono arrivate un sacco di visite!

    RispondiElimina