venerdì 28 settembre 2012

Venerdì del Libro: LE DITA LEGGONO

Un passaggio alla Biblioteca Pedagogica Bettini ... ed ho portato a casa questo bellissimo libro che è piaciuto ad entrambe le mie figlie. 

LE DITA LEGGONO

dalla quarta di copertina:

"Prima di tutto ci si diverte con le dita e con la voce.
Si lavora sullo sviluppo del linguaggio normale e s'utilizza la pronuncia normale, l'intonazione affettiva, sovente la voce cantata. S'esprimono le attitudini affettive ben differenziate.Ci si serve del ritmo sillabico e delle sfumature fonetiche.La motivazione si cerca attraverso la stimolazione multipla: visiva, tattile, kinestetica, uditiva (con la voce del rieducatore e del bambino).Lo scopo immediato è la motricità fine delle mani e delle dita, la motricità della bocca, la coordinazione fra loro nonchè la loro coordinazione con l'attività verbale considerata globalmente.Bisogna fare questi esercizi nell'aria, sulle ginocchia, sulla tavola, sui disegni proposti.Utilizzare la mano dominante, l'altra oppure tutt'e due contemporaneamente.Durante una seduta di lavoro su un piccolo numero di soggetti scelti piuttosto che più rapidamente.Gli esercizi si possono eseguire su superfici di qualità tattili diverse ed arricchire così la stimolazione ed affinare le distinzioni ritmiche, fonemiche o altro."







Con questo post partecipo al Venerdì del Libro di Homemademamma. e spero che anche molti altri bambini possano divertirsi con questa bella idea di far leggere le dita.
Purtroppo è un libro fuori catalogo ma lo troverete sicuramente nelle biblioteche e poi...
si può sempre tentare di farne un o personalizzato... 
questa è la nostra prossima idea ;) 


16 commenti:

  1. Ma dove l'hai scovato!!!! Splendido, devo individuare una biblioteca vicina, ma non ne abbiamo, quindi prendere è facile, restituire... meno:(

    RispondiElimina
  2. Interessantissimo! Voglio capire se anceh da me ci sono percorsi pedagogici così mirati, ammetto che fino ad ora ho sempre fruito l'immensa biblioteca della mia città solo per zone, e ora siamo ancora nella stanza degli albi illustrati, penso sia ora di sconfinare. ciao!

    RispondiElimina
  3. Molto bello, a partire dal titolo, poesie per le mani e per le dita.

    RispondiElimina
  4. anche a me sembra proprio bellissimo. un po' rivoluzionario, anche.

    RispondiElimina
  5. Veramente molto interessante! Spero di riuscire a recuperarlo, le nostre biblio sono in rete e magari qualcuna ce l'ha!

    RispondiElimina
  6. Splendido, splendido! appena ho visto le prime immagini ho cercato il titolo nelle - numerose - biblioteche a cui posso attingere. Nulla, non c'è! anche l'editore lo indica come esaurito.
    Un vero peccato......sarebbe bello utilizzarlo con i miei bambini e regalarlo alla nipotina Anita, per cui mia sorella è sempre in cerca di idee per aiutarla nella crescita. Ha la sindrome di down, è bravissima e ce la mette tutta ma un po' di aiuto è indispensabile.
    Mi devo ingegnare e trovare una soluzione......

    alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao alessandra.scusa il disturbi mi chiamo chiara.ho un bambino ha"speciale"mi interessava sapere sehai scovato e dove il libro le dita parlano.grazie

      Elimina
    2. Chiara, se vuoi posso provare a fotografartelo... credo che oramai sia fuori produzione. Semmai contattami via mail.

      Elimina
  7. veramente originale...me lo comprerei subito!!!! ( e chi sa che non lo faccia!!!)

    RispondiElimina
  8. Biblioteca pedagogica? Un sogno! E che bel libro!

    RispondiElimina
  9. che bello! non lo conoscevo...

    RispondiElimina
  10. Unico, lo cerco subito, mi piace troppo per la mia Ciambella!brava!

    RispondiElimina
  11. Davvero particolare... Lo cercherò ma non sono certa che la piccola biblioteca del mio comune ne sia fornita... Cercherò anche nei dintorni sperando di avere fortuna.

    RispondiElimina
  12. Che suggerimento particolare... grazie!

    RispondiElimina
  13. Grazie a tutte di essere passate... scusate il ritardo nel rispondere, ma è un periodo un po' congestionato!

    Oggi restituisco il libro in biblioteca, ma pensavo di prenderlo in prestito nuovamente più avanti per realizzare un progettino che mi è venuto in mente sfogliandolo e vedendo l'interesse che questo particolare libro ha suscitato nei bambini.

    RispondiElimina
  14. bellissimo!
    Grazie...ora bisogna trovarlo ;)
    http://mrsdclasses.blogspot.it/

    RispondiElimina