lunedì 31 ottobre 2011

The colored Ghosts and their Haunted House

Grazie ad un paio di commenti lasciati da Angelique, ho scoperto il suo blog e questa bella storiella sui fantasmi colorati. Una storiella molto versatile, che si presta ad utilizzare non solo gli animali ma anche frutta, cibo, bevande... tutto questo per imparare i colori e altre parole in inglese.


Sabato pomeriggio, mentre Ch. invitata a casa di un amichetta faceva il pane assieme alla mamma di questa (ottimo tra l'altro, a breve posterò la ricetta), la piccola An. ed io ci dedicavamo alla costruzione di una Haunted House utilizzando una scatola di cereali e un pezzo di cartone rigido (quello degli scatoloni).


Una volta realizzata la casetta, ci piaceva l'idea di riempirla di fantasmi, quindi ho pensato di prendere due piccioni con una fava e creare delle marionette con i rotoli di carta igienica, dipingendoli per metà in bianco e per metà nel colore in cui si sarebbero convertiti durante la storia.

Ecco i fantasmini bianchi con le loro facce buffe e poi la versione colorata con le faccette sorprese!




Once there where 5 white ghosts..
...and one BIG mommy Ghost.
The little Ghosts wanted to go out for a walk. 

"Never kiss the animals you meet", says the Mom.

"Okay mom!", the baby ghosts answer her.
Baby Ghost number one meets a ORANGE Tiger.

"Hello Tiger"

"Hello Ghost"
They kiss eachother as a welcome.
OOPS... the little Ghost turned into ORANGE!
The other ghosts meet then the next animals:
PINK pig
YELLOW duck
RED cat
BROWN owl
They ALL kiss and
They ALL change into the colors of the animals....
Good that Mommy Ghost is friends with the COW.
After a glass of milk and counting together from 1 to 10..
the ghosts become white again!!

Ho ca mbiato un paio di animali rispetto alla storia di Angelique, perchè PIG, DUCK e OWL li avevamo già fatti con i piatti di plastica, così abbiamo dovuto solo creare RED CAT e ORANGE TIGER.


the Red Cat

domenica 30 ottobre 2011

Halloween: lavoretto della materna

Questa streghetta l'ha fatta mia figlia An. seguita dalle sue maestre della materna... i maschietti hanno fatto le mummie con un ciuffo verde in testa!


Per il corpo è stata utilizzata una bottiglietta di plastica (di quelle dei probiotici da bere) ricoperta di pannolenci, la testa è una pallina di polistirolo, la scopa è fatta con una cannuccia e della rafia colorata, la stella è di mooschgummy... insomma creative queste maeste eh!

sabato 29 ottobre 2011

Easy Ghost

Eccomi qui a presentare un lavoretto veloce per Halloween, si tratta del mio amico Ghost che mi ha anche aiutato durante la lezione odierna di inglese con i piccoli della materna.


vi servirà:
  • carta di giornale
  • carta da cucina bianca
  • due borse di nailon bianche
  • nastro adesivo di carta
  • pennarello nero indelebile
Fate una palla con il giornale per la testa del fantasma, ricopritela con della carta da cucina bianca, in modo da coprire le scritte dei giornali.
Avvolgete la palla con il primo sacchetto (al quale avrete tagliato la parte dei manici) e legate con un pezzo di manico la borsa alla base della testa.
Aggiungete sotto il secondo sacchetto in modo da creare il corpo del fantasma.
Disegnate i lineamenti con un pennarello indelebile. 


Ghost mi ha aiutato a coinvolgere i bambini nell'odierna lezione d'inglese, durante la quale ci siamo sbizzarriti con ghosts, pumpkins, witches, wizards, bats, mummies, zombies... ma poi sono anche arrivate le caramelle.

Per quanto riguarda le attività, il materiale, i fogli da colorare, ho trovato ottimi aiuti qui e qui.





Con questo post partecipo al Contest di Halloween di Mammafelice  


banner-halloween

venerdì 28 ottobre 2011

Venerdì del Libro: Il Viaggio

Oggi, per I Venerdì del Libro di Homemademamma, vi voglio parlare di un breve racconto scritto da una di noi, da una blogger.

di Maristella Bocciero
del blog Cara Lilli...


Questo racconto mi è piaciuto tantissimo, tutto il susseguirsi di ricordi mi ha molto coinvolta e poi il finale con ottimismo mi ha lasciato il cuore leggero.
Lo stile in cui scrive Maris mi piace molto, liscio, pulito, scorrevole.
Le parole sembrano uscire con naturalezza dalla sua penna, non ci sono frasi forzate come capita a volte di vedere nelle prime opere, quando il neo-scrittore vuole elevarsi ad uno stile più aulico.
A dirla tutta il suo stile mi ricorda un po' Vitali.

Il libro è un e-book, del quale potete leggere le prime 14 pagine in anteprima qui magari poi capita anche a voi come a me... ho dovuto comperarlo per poter sapere come sarebbe proseguito!

Si tratta di un racconto "breve" che narra un momento della vita di due amiche, due cugine, tramite un viaggio, un viaggio durante il quale affiorano alla mente dei ricordi che ci fanno conoscere meglio le due protagoniste e il loro rapporto.

Questo e-book da anche la possibilità di essere solidali, il costo del racconto è irrisorio e da la possibilità di aggiungere una donazione a  Famiglie Sma e Pubblica Assistenza

giovedì 27 ottobre 2011

Halloween: vestiti per la Barbie

Eccomi qui con un lavoretto veloce e semplice per uno dei temi d'Autunno di Appuntamenti CreAttivi:
Halloween!!!
Questa settimana è all'insegna dei preparativi per lunedì sera, quindi ho pensato che anche le nostre Barbie avessero bisogno di costumi adatti all'occasione.

Con qualche colore a tempera e un po' di materiale di recupero che avevo in giro per casa ho realizzato questi abitini.


Vi servirà:

  • tempera nera, bianca e arancione
  • pennarello nero per i dettagli
  • un pezzettino di spago o nastro per il manico della zucca
  • una borsetta del super bianca
  • taglierino
  • forbice
  • graffettatrice
  • rotoli di carta igienica
Rivoltando la borsetta (per far sparire eventuali scritte) e tagliando i manici, otterrete un mantello bianco da drappeggiare attorno alla Barbie Fantasma. Io ho usato la cucitrice per fissarlo, ma anche il nastro adesivo va bene e magari rende anche il mantello riutilizzabile.
Ritagliate, dal rotolo della carta igienica, un cilindro delle dimensioni adatte alla tessta della Barbie, praticate con il taglierino una fessura per gli occhi e dipingete di bianco.


Per Jack O'Lantern ho realizzato una maschera arancione senza fessura per gli occhi, ma decorandola cal pennarello nero, come se fosse una zucca.
Con un'altra porzione di rotolo ho realizzato il cestino per il trick or treat, sempre utilizzando la tempera arancione e il pennarello nero. Con un pezzetto di spago attaccato con la cucitrice ho realizzato il manico.



Per la Barbie Pipistrello ho utilizzato un rotolo per il vestito e un pezzo per la maschera.
Ritagliate le orecchie e la fessura per gli occhi dalla maschera e dipingete con tempera nera.
Ritagliate il bordo del vestito in modo da creare un effetto "sfrangiato" e dipingete anche questo di nero.
Fatto!

Ecco le nostre tre Barbie pronte per la notte delle streghe!


Approfittando di questa festività tutta dedicata ai nostri bambini, vorrei ricordarvi i bambini meno fortunati, quelli che rischiano la vita appena vrngono al momdo o nei primissimi anni di vita.
Con il progetto Pigotta.Kit salvavita, l'UNICEF sta lavorando per proteggerli ed aiutarli

"Si tratta di un progetto che prevede la riattivazione dei centri sanitari nazionali, la formazione del personale medico e delle famiglie sulle cure di base all’infanzia, la somministrazione di un pacchetto integrato di interventi salvavita, che unisce assistenza al parto e visite prenatali regolari, campagne di vaccinazione, distribuzione di zanzariere, somministrazione di sale iodato, vitamina A, terapie di reidratazione orale e integratori contro l’anemia. Tutte misure di intervento a basso costo che consentono di ottenere risultati mirati nell’arco di pochi anni. Attraverso la Strategia accelerata per la sopravvivenza e lo sviluppo della prima infanzia" 


Con questo post partecipo al Contest di Halloween di Mammafelice


banner-halloween

domenica 23 ottobre 2011

Halloween: da rotolo di carta igienica a mummia.

Ecco il secondo personaggio di Halloween: la mummia.
Questa volta l'ho fornito di fondo, così potrà essere usato per metterci i dolcetti.


Vi occorreranno:

  • un rotolo di carta igienica
  • colla vinilica
  • carta igienica (o garze se ne avete)
  • occhi mobili
  • pennarello nero per la bocca
Ecco la Mummia che fa compagnia al nostro Pipistrello in attesa di vedere se arriveranno anche la strega e il conte Dracula!


Con questo post partecipo al Contest di Halloween di Mammafelice


banner-halloween

sabato 22 ottobre 2011

Decorazioni per Halloween

L'anno scorso le bambine avevano già i loro piani per la seta di Halloween: An. invitata a casa di un'amichetta ad una festa (a partire dalle 18:00... all'età di 4 anni!!!) mentre Ch. aveva in progetto "dolcetto o scherzetto" in giro per il centro con altre amichette e le loro mamme...
Per me serata tranquilla :)

Invece no!
Ad un tratto comincia a piovere e la serata dio Ch salta... un giro di telefonate, la domanda ripetuta era "e adesso che facciamo?"

Ho pensato di organizzare una festa a casa, ho messo in forno una torta al cioccolato, ho decorato un paio di magliette (ed ho chiesto alle mamme di portarmene altre) e poi???
Le decorazioni!

Ecco a voi tre decorazioni per la festa di Halloween da fare in meno di due ore, tutte con materiale di recupero che avevo in casa.

La Morte
bastano un palloncino per la faccia, un sacchetto delle immondizie per il corpo e un pennarello indelebile per disegnare i lineamenti.


Lo Spaventapasseri
Un palloncino per la testa, pennarello indelebile per i lineamenti, carta velina gialla per la "paglia", carta da pacchi per il cappello, due rotoli fatti con la carta da pacchi per braccia e gambe, una borsa di plastica del Super per il corpo... assemblate tutto con la cucitrice... non c'è tempo per la colla!!!


La Mummia
Per il corpo serve una bottiglia di plastica. Per la testa, le braccia e le gambe usate della carta di giornale (semplicemente arrotolata e appallottolata) attaccate tutto alla bottiglia con il nastro adesivo.
Gli occhi sono due palline di carta di giornale ricoperti con carta velina gialla.
Ricoprite tutto con delle "bende" di carta igienica!


Ch. aveva portato a casa dall'asilo un grande disegno di una strega e An. aveva fatto questo bellissimo ragno con un piatto di plastica... così ho creato un pentolone, ricoperto di carta crespa nera, mentre le fiamme sono in carta velina. Il bordo del pentolone è in rilievo, si tratta di carta di giornale ricoperta di carta crespa nera... anche la brodaglia all'interno è in rilievo (sempre carta di giornale ricoperta con carta crespa)


Ed ecco come si presentava il luogo della festa all'arrivo delle bambine... con tanto di zucca vera intagliata e con una candela all'interno che lanciava ombre sinistre.
Quando han suonato il campanello ho spento le luci, sulle scale del condominio, una scia di lumini indicava la via per l'antro infernale.


Queste decorazioni risalgono alla festa di Halloween dell'anno scorso... ma le bambine si sono già raccomandate affinché io mi rimetta all'opera.
Quest'anno vogliono anche uno scheletro!

Per cena ali di farfalla e occhi verdi di Drago!


Con questo post partecipo al Contest di Halloween di Mammafelice


banner-halloween

venerdì 21 ottobre 2011

Halloween: da rotolo di carta igienica a pipistrello!

Iniziamo con i lavoretti per Halloween, cominciando dal più classico: il pipistrello.


vi serviranno:

  • un rotolo di carta igienica
  • colore a tempera nero
  • cartoncino nero
  • matita bianca
  • pennarello nero
  • pennarello grigio
  • cartoncino bianco
  • colla
  • cucitrice
Ritagliate le orecchie dal bordo superiore del rotolo.
Con un pennarello nero disegnate la faccia e coloratela col pennarello grigio.
Dipingete di nero il resto del corpo.
Disegnate con la matita bianca la sagoma delle ali del pipistrello e ritagliatele, avendo cura di calcolare uno spazio rettangolare tra le due ali che poi servirà per attaccare le stesse al corpo.
Dal cartoncino bianco ricavate i due denti.

Una volta asciutta la tempera, attaccate le ali con la cucitrice e i denti con la colla ed avrete il vostro pipistrello!


Se tapperete il fondo con del cartoncino, potrete utilizzarlo come porta dolcetti per il vostro party di Halloween.


COMING SOON... la Mummia!

giovedì 20 ottobre 2011

Quiz letterario #3

Oggi partecipo al Quiz Letterario indetto da Il Mondo di Cì.

Ecco le NON REGOLE dettate da Cì:

  1. Copia la tua citazione, indicativamente la quinta frase (se è di senso compiuto, se no quella più vicina che lo sia, o se è troppo breve anche quella successiva) della pagina 56 del libro che hai più vicino o di uno che ti va di metter sotto un riflettore. Se non c'è una pagina 56, somma le cifre (11, 2..)
  2. Linkati qui nei commenti, se vuoi 
  3. Linka a questo post il tuo, se vuoi
  4. Personalizza il gioco come vuoi
  5. Gioca e divertiti!
  6. Se ti piace diffondi! 
La mia citazione di oggi è tratta dalla pagina 56 di un libretto molto bello che tratta un argomento spinoso, spiegato ai ragazzi, non si tratta della quinta frase, che sarebbe stata "E' più facile".

"E' per questo motivo che  un adulto che crede alla "diseguaglianza delle razze" è più difficile da convincere"

Il libro della scorsa settimana era "DEATH in the AFTERNOON" di Ernest Heminguay

mercoledì 19 ottobre 2011

Pittura in rilievo homemade ;)


La mia amica, la maestra Veronica, quella della torta veloce, ieri mi ha fatto notare che il blog è in fase di "stanca" e devo ammettere che ha perfettamente ragione!
Effettivamente in questi giorni la mia vita è molto frenetica, piena di impegni e di novità, ma il blog langue un pochino.
Ieri avevo a pranzo 4 bambine che son rimaste qui a giocare fino quasi alle sei, alle cinque è arrivato per il te un caro amico con il suo dolce pupetto di 5 mesi e purtroppo ci siamo potuti concedere poche chiacchiere perché alle sei avevo la lezione di yoga (fortunatamente di fronte a casa) per cui son scappata lasciando al Comandante l'incombenza di preparare la cena alle figlie, fare loro la doccia e sistemare la casa... se l'è cavata alla grande!
Tra gli invitati per il te c'era appunto Veronica che ha osservato il momento down del blog, ci pensavo già da un po' al fatto che non essere ancora riuscita a riprendere il ritmo invernale. 
Ho un sacco di idee nel cassetto, un sacco di progettini che non aspettano altro che di essere attuati... qindi non resta che rimboccarsi le maniche e iniziare!


Oggi Ch ed io eravamo a casa da sole per un paio d'ore e ci siamo cimentate con la pittura sensoriale homemade!


Ecco un'altra esperienza da fare con i colori a tempera, dopo gli esperimenti di oltre il pennello ho deciso di provare anche con  questa pittura sensoriale fatta in casa.



  • 1/2  tazza di farina
  • 1/2 tazza di sale
  • circa 1 tazza d'acqua
  • colori a tempera
  • un contenitore per mischiare tutto
  • delle bottigliette tipo dispenser da salse o per il miele
  • oppure dei sacchettini da freezer (da usare tipo sac-a-poche)


Mischiare sale e farina e circa metà dell'acqua (dipende da quanta acqua assorbe la vostra farina e da quanto liquide sono le vostre tempere).
Aggiungere i colori a tempera desiderati.
Aggiungere acqua lentamente fino ad ottenere una consistenza morbida ma non fluida.


bottiglie di senape, mayonese, ketchup o miele


Mettere i vari colori nelle bottiglie e poi strizzatele per creare disegni in rilievo.
Lasciate asciugare completamente prima di sollevare.







Con queste tempere abbiamo anche creato un semaforo che mi servirà per la lezione d'inglese... 

sabato 15 ottobre 2011

This moment (on Saturday)!


A Friday Saturday ritual. A single photo - no words - capturing a moment from the week. A simple, special, extraordinary moment. A moment I want to pause, savor and remember. If you're inspired to do the same, leave a link to your 'moment' in the comments for all to find and see.
By Soulemama.
tutta "colpa" di Claudia

venerdì 14 ottobre 2011

Il Venerdì del Libro: libri on line!

Aderendo ad un'iniziativa di HomeMadeMamma anche questa settimana parteciperò a Venerdì del Libro.


Questa volta però non vi voglio parlare di UN libro, ma di un sito che ho scoperto per caso, non ricordo neppure più come, dove potrete leggere on line tantissimi libri in inglese per i vostri bambini.


Potrete sfogliarli al computer, gratuitamente, magari decidendo di donare, con un click, un libro ad un bambino meno fortunato. Oppure seguire una delle campagne che il sito sta promuovendo: dateci un'occhiata, sono sicura che vi piacerà!



We Give Books is a new digital initiative that enables anyone with access to the Internet to put books in the hands of children who don't have them, simply by reading online.
We Give Books combines the joy of reading with the power of helping others, providing a platform for caregivers and educators to inspire children to become lifelong readers and lifelong givers.
We Give Books also helps some of the world's best, most inspiring, literacy organizations by spreading the word about their great work and by providing books to the young people these organizations support.

giovedì 13 ottobre 2011

Quiz letterario da Il Mondo di Cì #2

Oggi partecipo al Quiz Letterario indetto da Il Mondo di Cì.

Ecco le NON REGOLE dettate da Cì:



  1. Copia la tua citazione, indicativamente la quinta frase (se è di senso compiuto, se no quella più vicina che lo sia, o se è troppo breve anche quella successiva) della pagina 56 del libro che hai più vicino o di uno che ti va di metter sotto un riflettore. Se non c'è una pagina 56, somma le cifre (11, 2..)
  2. Linkati qui nei commenti, se vuoi 
  3. Linka a questo post il tuo, se vuoi
  4. Personalizza il gioco come vuoi
  5. Gioca e divertiti!
  6. Se ti piace diffondi! 
La mia citazione di oggi è tratta da pagine 56, ma si tratta della prima frase, perchè mi pareva essere la più esaustiva e anche quella che avrebbe fatto riconoscere il libro:

"If, in one car, there are several men in silver or dark jackets and only one in gold and white the others may be laughing, smoking and joking, his face is still, he is the matador and the others are his cuadrilla."

Devo ammettere che il libro appartiene al Comandante ;)

lunedì 10 ottobre 2011

Muffin alle verdure: gluten-free e con i semi di Chia.

Questa ricetta è una personale modifica della ricetta di Natalia i suoi "Bocconcini di primavera" li ho fatti così tante volte e sempre con molto successo, che ormai sono uno dei piatti forti della mia cucina con le verdure.
Inizialmente li ho provati per nascondere le verdure alle mie figlie, poi le verdure sono diventate una costante dei nostri pranzi e non serve più nasconderle ma questi muffin sono sempre ottimi e conquistano anche gli amichetti!
Li ho fatti monoporzione come consigliato da Natalia, ma anche in uno stampo unico (allungando i tempi di cottura) nei momenti in cui avevo fretta e non mi andava di riempire due teglie di muffin, li ho fatti con i piselli, come la ricetta originale ma anche con tante altre verdure...

Oggi vi propongo una variante che, come al solito, non è dettata dalla mia vena artistica o dalle mie capacità da gourmet, ma semplicemente da quello che avevo nel frigo e nella dispensa.
Un avanzo di farina per celiaci, troppo poca per farci una torta, ma sufficiente per questi muffin e allora facciamoli gluten-free questa volta!

Inoltre da un po' stavo pensando a come utilizzare i semi di Chia per fare dei muffin, in rete si parla sempre di macinarli e aggiungerli alla farina, ma io non ho un macina caffè.
Quindi mi son detta, a vederli assomigliano molto ai semi di lino, con il pane li ho usati come se fossero semi di lino... perché non farlo anche con questi muffin?
Così ho sparso un po' di semi negli stampini al silicone e un po' anche sull'impasto.



Ingredienti:

4 zucchine piccole
1 carota media
1 porro piccolo
180gr di farina senza glutine
1 bustina di lievito per torte salate
120ml di latte
80ml di olio EVO
3 uova
una grattugiata di parmigiano (30gr circa, a me non piace molto il gusto del formaggio)
sale, pepe, paprica dolce
semi di Chia

Tagliate la verdura a pezzettini o a rondelle, a seconda di quanto volete nasconderle ai vostri commensali... nel caso i piccoli detective avessero il radar per le cose verdi, suggerisco di togliere la buccia alle zucchine usando un pelapatate.
Questa volta per cuocere le verdure ho usato la mia favolosa pentola AMC, con un cucchiaio d'acqua un pizzico di sale e il coperchio chiuso... altrimenti potete stufare i porri con 2 cucchiai d'olio epoi aggiungere le verdure e terminare di cuocere.
Nel frattempo, in una ciotola unite uova, formaggio, olio e latte, sale pepe e paprica dolce e amalgamate bene con la frusta.
In un altra ciotola miscelate la farina con il lievito e quando le verdure saranno cotte aggiungetele alla miscela.
Unite i due composti e mescolate bene per amalgamare.
Cospargete il fondo delle formine da muffin (o in uno stampo unico) con i semi di Chia e versate l'impasto che poi spolverizzerete ancora con un po' di semi: cuocete in forno a 180°C per circa 15 minuti (40 per lo stampo unico).

Natalia consiglia di lasciar raffreddare bene prima di servire, quindi munitevi di un mestolo per bacchettare le mani che si avvicinano prima del tempo ;)